IL MERCATO DELL’ENERGIA

Il processo di liberalizzazione del mercato elettrico è stato avviato dalla Commissione Europea nel 1996 con l’approvazione della direttiva comunitaria n. 96/92/CE recepita in Italia il 16 marzo 1999, con il cosiddetto decreto Bersani. Obiettivo principale della direttiva è la realizzazione di un mercato dell’energia elettrica competitivo, in grado di assicurare la libera circolazione dell’energia elettrica all’interno del mercato unico europeo.

Ciò significa che tutti i Clienti possono scegliere liberamente, e senza costi aggiuntivi, di cambiare il proprio fornitore.

Dal 1 luglio 2007 con la liberalizzazione del mercato dell’energia tutte le imprese possono scegliere liberamente il proprio fornitore e quindi passare a Dinamica Energia.

No, cambiando fornitore non si verifica alcuna interruzione del servizio.

Sì, in qualsiasi momento e senza oneri, il cliente può decidere di tornare al mercato di maggior tutela, nel rispetto delle tempistiche di recesso definite dall’AEEG con delibera n. 144/07.

Si comunica che con Delibera ARERA del 13 giugno 2023, numero 267/2023/R/COM, è stata presa un’iniziativa a favore dei clienti che sono stati colpiti dagli eventi meteorologici verificatisi a partire dal 1° maggio 2023. Questa iniziativa prevede la sospensione dei termini di pagamento delle fatture o degli avvisi di pagamento relativi alle forniture di energia elettrica e gas naturale, nel periodo compreso tra il 1° maggio e il 31 agosto 2023.

È importante ricordare che:

  • Nel caso in cui la fornitura o l’utenza sia situata in uno dei Comuni elencati nell’allegato 1 del decreto-legge 61/23, al termine del periodo di sospensione dei termini di pagamento, fissato per il 31 agosto 2023, i clienti saranno comunque tenuti a saldare l’intero importo delle fatture o degli avvisi di pagamento sospesi, o i cui termini di pagamento sono stati sospesi. Tuttavia, potranno usufruire delle misure di rateizzazione senza interessi messe a disposizione dall’Autorità.

  • È possibile effettuare il pagamento degli importi dovuti anche prima della scadenza del periodo di sospensione.